Non tutto il male vien per nuocere…


beppe-peace

Precisamente l’anno scorso, nell’euforia di una domenica pomeriggio, il sottoscritto e Beppe decisero di andare ai parketti con una bella mini palla da rugby, ovale, colorata, dura e simpatica. Decidemmo quindi di fare dei bei lanci lunghi da una parte all’altra del campo, con noi si unì Jonny, anche lui esperto lanciatore come noi. Insomma, una stupenda giornata all’insegna del relax, dell’amicizia e dello sport!

Tra i vari lanci arriva il mio turno: “Beppe! Lancio lungo!”
Beppe si lancia in aria per prendere la palla ma qualcosa non va, si sente un rumore strano, non riesce ad afferrare il pallone e si tiene la mano dolorante. Va a finire che il mignolo della mano destra decide di staccarsi dall’osso e guardare verso il gomito… Uno spettacolo agghiacciante…

“Ahi Ahi Ahi!!! Jonny Guarda!!!”
“Ma che schifo! Cosa devo guardare?!?”
“E tiramelo!”
“Ma che cazzo ti tiro! Andiamo all’ospedale!”

Dopo tre ore di ospedale, nel quale Beppe lavora come infermiere, il protagonista si ritrova con il mignolo steccato e un mese di prognosi. Ovvio che Beppe mi guarda male… E’ profonda estate e per di più gli ho rotto il dito, anche se non l’ho fatto apposta. “Dai Beppe, non tutto il male vien per nuocere, adesso stai a casa un mesetto, poi neanche torni al lavoro che vai in ferie! Cosa vuoi di più!”
“Un dito normale!”, risponde…

Insomma, alla fine non tutto il male vien per nuocere, lui era da novembre che lavorava senza sosta, con turni massacranti e non si era fatto nemmeno una festività a casa… Ha passato tutto agosto ad ingrassare e farsi i cazzacci suoi, alla faccia di quelli che lavoravano, passava tutto il tempo da me a bere Mojito, poi, negli orari dei controlli andava a casa, che è a due passi dalla mia… Addirittura a ferragosto vennero a fare un salutino i medici del lavoro… Mentre noi grigliavamo in casa VicozzaRecords!

Morale della favola, ieri vedo Beppe, stressatissimo, incomincia a perdere i capelli e quelli che rimangono si stanno scolorendo, ha i nervi tesi ed è triste per il lavoro, senza neanche salutarmi mi fa:

“Oh! Non è che mi romperesti l’altro mignolo?”

Annunci

Vi voglio bene…


La serata è pacco, sono stato al park con coloro che ritenevo degli amici, ma alla fine non sono altro che dei tirapacchi a domicilio. Tutto questo perchè la vita qui è difficile… Il lavoro manca e qui… Beh… Qui tutti hanno una famiglia da mantenere…

C’è Hell che per fare lo spacchiuso dice sempre di “NO!” a tutto e a tutti. Il Quez che cerca sempre di vendere qualsiasi cosa pur di bersi una birra… E ha solo vent’anni… Il Rinza è quello che si sente più di tutti, è alla ricerca di un lavoro e con la voce che ha, se facesse il pescivendolo, nel mare non ci sarebbero più pesci… Il Cipo è troppo serio e non dice mai un cazzo… Infine Jonny, Fede e Giro ascoltano attentamente tutto quello che ha da dire il Cipo…

Gli amici sono sgarrupati, il parchetto è sgarrupato, le piante sono sgarrupate e le panchine sono sgarrupate… Ed io… Beh…

Io… Speriamo che me la cavo…

Caparezza in concerto!


Non si può non raccontare un evento del genere, Caparezza alla festa del PD, direi superlativo.
Eravamo un migliaio: Io, Beppe, Poc, Gian, Koala, Jonny, Pasqua, Hell ed altre 992 persone che non contavano nulla. Caparezza l’ho amato molto nella mia gioventù, i primi due album li conoscevo a memoria (Tutto Ciò Che C’è, Verità Supposte), li ascoltavo tutti i giorni e l’avevo già visto in un concerto. Per questo ci sono tornato, nonostante non lo seguissi più da tempo, a parte le hit commerciali, ma lui dal vivo è un animale dal palcoscenico, sa coinvolgere tutto il pubblico… persino i bambini sulle spalle dei genitori facevano versi e ballavano! Caparezza è in grado di far divertire qualsiasi persona, tra una canzone e l’altra fa sempre della parodia su ciò che andrà ad interpretare, utilizzando pupazzi di alieni, bambini giganti, costumi del Mago di Oz e addirittura PacMan e Puzzle Bubble… Che dire… io mi sono divertito un sacco ma soprattutto la mia compagnia, ero felice nel vedere gli amici cantare o ballare durante il concerto.

Foto fatte da me al concerto

Link Caparezza

Sito ufficiale
MySpace
Wikipedia

Consiglio quindi a chi non ha un cazzo da fare di andarsi a vedere Caparezza in concerto!