Proverbi dei bevitori #4


Chi la beve la vince. (dubbasonic)

Botte vecchia fa buon vino! (Lu.)

Bevi e lascia bere.

Uno ordina l’altro beve.

Una vodka per uno non fa male a nessuno.

Un’Heineken non fa primavera.

Un rum e pera al giorno toglie il medico di torno.

Una media tira l’altra.

Rutta bene quel che finisce il bere.

Tutte le strade portano al baretto.

Tra il bere e il fare c’è di mezzo il bicchiere.

Tanto va lo sbronzo al bagno che ci lascia il bicchier di vino.

Si parla del diavolo e spuntano le Du Demon.

Birra e vino quando son bevuti non tornano indietro.

Pane al pane e vino al Vico.

Ognun per se e vino per tutti.

<- Proverbi precedenti – Proverbi successivi – >

Annunci

Proverbi dei bevitori #3


Al rum non si comanda.

Bisogna bere per vivere, non vivere per bere.

Chi beve non piglia pepsi.

Chi beve per primo beve sempre due volte.

Chi beve acconsente.

Chi vivrà, berrà!

Donna al volante, stasera si beve!

E’ la birra che “fa” l’uomo.

Errare è umano, perdoniamo col vino.

Il bere è di tutti.

L’amore non è bello se non c’è il Tavernello.

L’occasione fa l’uomo ubriaco.

La Weisse non è acqua.

La mamma dei Martini è sempre incinta.

La menta sta nel mezzo.

Mai piangere sul cocktal versato.

Meno astemi e meglio stiamo.

Nel dubbio bevi!

Non destare Albert che beve.

Ognuno ha il suo bicchiere.

Chi non beve a capodanno non beve tutto l’anno.

Se non è grappa è un bel moscato.

<- Proverbi precedentiProverbi successivi – >

Proverbi dei bevitori #2


A chi guida non far sapere quanto è buona la Ceres nel bicchiere.

Ambasciator non porta bere.

Chi ha sete non ha il bicchiere, chi ha il bicchiere non ha sete.

Chi mangia salato torna sempre ubriaco.

Chi si accontenta beve.

Chi va piano non rovescia il bicchiere.

D’amor non si beve.

E’ facile fare lo sbronzo con il bicchiere degli altri.

Errare è umano, l’amaro è Lucano.

Gli shot sono i primi a farsi sentire.

Il diavolo fa le pentole ma non i Bacardi.

I soldi vanno sempre dove c’è il bar.

L’ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente beve.

La birra è la virtù dei forti.

Il Centerba non muore mai.

Il lime viene sempre a galla.

Le vie del baretto sono infinite.

Meglio Bacardi che mai.

Sano con i tuoi, marcio con chi vuoi.

Ad ogni santo la sua secca.

Non rimandare a domani quello che puoi bere oggi.

Tanti Campari, amicizia lunga.

Rosso di mattina, il mal di pancia s’avvicina.

<- Proverbi precedentiProverbi successivi ->

Proverbi dei bevitori #1


A mali estremi, estremi bevute!

Ebrezza è mezza ubriachezza.

Cambiano i bevitori, ma i drink son sempre quelli.

Chi mal beve mal dorme.

Chi non beve si vede!

Chi tardi arriva paga da bere.

Con le buone maniere si beve tutto.

Donne e bar dei paesi tuoi.

E’ meglio una bottiglia di vino oggi che una birra domani.

Gallina che non beve, ha già bevuto.

Il Campari è il miglior amico dell’uomo.

L’assenzio è d’oro, la Tequila d’argento.

L’appetito vien bevendo.

L’uomo senza Campari è un morto che cammina.

La Becks è cattiva consigliera.

La pinta si conosce dal rutto.

Le Caipirine hanno le cannucce corte.

Meglio soli che con astemi.

Morto un litro, se ne fa un altro.

Nella botte piccola c’è poco vino.

Non fare il sorso più grande della bocca.

Paese che vai bevanda che trovi.

Rosso di sera, la pancia si dispera.

Proverbi successivi ->

La classe non è acqua!


Ma è:

  • quattro Du Demon
  • due Paulaner
  • due Jack Daniel’s
  • un limoncello e mezzo
  • una Ceres
  • un Mojito e mezzo
  • due Corone

In pratica che succede in queste condizioni? Succede che dopo un po’ compare il VAilo, che ci si ritrova tutti in un super locale, dove fanno la selezione, e mi hanno inseguito per una Ceres che mi volevo portare nel locale. Succede che becco un amico della mia ex, e lo tiro scemo con discorsi assurdi, che poi arriva un altro, che so che è uscito con la mia ex poco tempo fa, lo abbraccio e gli dico che so tutto, questo ha una faccia tra l’impaurito e l’incazzato… Gli ho detto di non preoccuparsi che l vita è bella lo stesso!

Succede poi che come al solito ad essere ubriachi siamo sempre in pochi e mi sa che sto giro lo ero solo io… O no Talento? Succede anche che io non smetto mai di bere, anche appena prima di andare mi son dovuto mica prendere una Corona? Ah! Succede poi che al ritorno uno riesce a portarsi a letto un altra, e Talento mi da la mano come a consolarmi di questo fatto… Succede che il Garly vedendo questo dice “Andate proprio d’accordo voi due!”. E certo che Talento mi è stata SEMPRE vicina, che le voglio più che bene! Che poi quando torno a casa mio becco mio fratellino e un suo amico e facciamo gli scemi fino all’alba…

Succede, succede e succede di tutto, il bello è proprio questo. Che fin quando avrò occhi per vedere, orecchie per sentire ed una lingua per parlare, continueranno a succederne di cose… E fin quando avrò i soldi per comprarmi da bere… Beh… Li son cazzi vostri!!!

Grazie a tutti quei pochi che hanno avuto il buon senso di esserci!

Weekend travolgente…


Un weekend anomalo mi ha travolto, mi ha lasciato qui per terra, paralizzato dalla testa ai piedi, dal cervello al cervelletto… Un weekend di quelli inaspettati, in quanto non volevo fare niente di che… Solo due birrette e magari giocare a biliardino, o chiaccherare un po’ con gli amici… E non devastarmi l’apparato digerente con tre ciukke un dietro l’altra.

Venerdì
Non ho lavorato perchè ho dovuto portare la Gerry a fare delle visite mediche (tutto OK!), qundi, essendo già bello che lavato e profumato, ho deciso di uscire per le sette e fare degli aperitivi ad oltranza. Mi accompagnano Quez, Ellison e Jessikina… Mi ubriaco come un deficiente e mi ritrovo in un altra città, con Hell, Giro e Alex… A vomitare l’impossibile, e a ricominciare a bere…

Sabato
Sveglia presto perchè dovevo lavorare, cosa poi non più fatta per motivi tecnici, però rimango sveglio a guardarmi mille telefilm… Pomeriggio rilassante in quanto me ne sto a letto fino alle sei a vedere un telefilm, a sonnecchiare… A coccolarmi un po’ con qualcuno… Poi decido comunque di uscire, altri aperitivi ma non ad oltranza, decido di tornare a casa perchè non mi va di esagerare col bere… Mi telefona Mino, ha la serata libera e si farebbe una passeggiata con me… Ci fermiamo al bar e finiamo tutte e Super Tennets e Ceres che aveva nel frigo…

Domenica
Sveglia presto! Devo andare a mangiare a casa di Giro, quindi mi preparo più bello che mai, vado a comprare una torta alla frutta e mi presento come al solito in ritardo, ma la torta fa perdonare tutto… Beviamo quindi tutto il giorno, fino alle dieci di sera cose tipo, aperitivi vari, birre e vino a gogo e Montenegro… Stanotte ho fatto una fatica notevole a dormire… Avevo le scalmane da tossicodipendente… Prima Freddo, poi caldo, poi sete… Insomma… Non ci ho capito proprio un cazzo…

Lunedì
Son qui che non mi reggo in piedi, ho sonno, ho fame ma ho paura di mangiare, ho di quei movimenti intestinali che sembra passi la metropolitana… Insomma, weekend da leoni ma che palle passare le giornate da coglioni… Questo week non berrò nemmeno un bicchiere…

Tea’s Magda is wonderful…


06062009479

La serata inizia che mi sveglio alle dieci di sera sul mio letto, assonnato per la giornata di lavoro psicologicamente stressante, e riposato per la notte che avrei affrontato. Mi preparo e in un’ora sono fuori. Caffè e Montenegro doppio prima di sapere il da farsi, Quattro partite a calciobalilla su cinque vinte, i litri di sudore che mi uscivano dalla faccia saranno stati invece una dozzina… Vabbè l’importante è vincere…

Sento Teo che mi dice che sta arrivando, becco il Riso che mi dice che andremo in macchina e non più in autobus. Meglio così, niente sbattimenti sotto un’eventuale pioggia. Mi informa che avremmo usato la sua macchina, e che avrebbe guidato la ragazza di Teo, c’era solo da andarli a prendere al paese successivo, che poi è sulla strada per Milano, e da li avrebbe guidato lei. Dal mio paese al successivo invece dovevo guidare io, in quanto il padre di Riso gli ha ritirato patente e libretto in quanto evidentemente non si è comportato bene.

Tutto bello contento, compro cinque Ceres, birra che mi faceva schifo, ma che ho incominciato ad apprezzare in quanto bevuta nel bicchiere è meglio, e a collo invece ti gonfia ed è da fattoni. Birre che avrei comunque bevuto a collo in macchina durante il tragitto… E chissenefrega, tanto guido solo fino al paese sucessivo. Rubiamo quindi la macchina del Riso, senza libretto, almeno l’assicurazione, le ruote ed il volante ci sono. Manca solo la benzina, che facciamo al posto giusto.

Arrivati al paese successivo, un buco di culo alternativo al nostro, scopro che la ragazza di Teo non viene più, e che quindi devo guidare io. Guardo le Ceres e cerco le telecamere per vedere se ero su “Scherzi a parte”… Niente telecamere, faccio un discorso al Riso, del tipo, ormai andiamo ma stiamo ai miei orari, appena arriviamo mi scolo tre Ceres, due cocktails e poi ballo fino al ripiglio completo! Altrimenti ce ne torniamo subito a casa.

Ed eccoci a Milano, la metropoli della Lombardia, anzi, diciamo pure che Milano è la Lombardia! Mi scolo tre Ceres nel frattempo che fumo una sigaretta, entriamo in lista Top a 25€ ed incomincia la festa. Due capannoni enormi, un sacco di gente ma sembra poca date le dimensioni del posto. I banconi dei bar saranno lunghi almeno 20 metri, la musica è fantastica, appena arrivati,nella consolle principale c’è Troy Pierce, poi seguirano Marc Houle e Magda.

Magda ha superato se stessa, rispetto al Mazoom ha suonato decisamente meglio, sperimentando qualcosina e lasciandosi andare ogni tanto a ritmi ricercati e nche frenetici. La serata è stata fantastica! Ringrazio Attilio della Lista Top per avermi offerto da bere! Ringrazio Teo e Riso perchè ci siamo davverdo divertiti. Tra le feste che ho fatto quest’anno, credo sia stata la migliore, per la gente e per la musica…

Riso ci ha dato dentro mica da ridere, vomita tutto prima di salire in macchina, guido io e ci sto dentro, anche se rischi di andare fuori strada a trenta all’ora perchè c’ercavo il segnalatore del livelo di benzina in quella macchinina del cazzo. Ci fermano pure gli sbirri quasi davanti casa, la macchina senza libretto, per di più Riso e Teo senza documenti. Non ci hanno fatto nulla… In quanto il pilota era troppo serio…