Sono giornate un po’ così, un po’ del cazzo.


Non ho molte cose da dire, ho solo cose da fare ultimamente. Il lavoro e l’esercizio fisico hanno la priorità assoluta su tutto, non dimenticando assolutamente la dieta, che in quasi due anni avrò sì perso 32 kg, ma negli ultimi due mesi ne ho presi 4,5… Questa settimana, con la ripresa delle attività a pieno regime, ne ho smaltiti 1,5, ma la strada è ancora lunga e la fatica è tanta.

Sono in effetti un po’ stanco, dovrei riposare un po’ di più la sera, ma mi vien lo schifo addosso a starmene con le mani in mano, una piccola angoscia mi sussurra che non posso star qui a perdere tempo.

Ah il tempo… Quanto me ne servirebbe? Che poi ne ho molto di più, di tempo libero, rispetto alla maggior parte di tutti voi. Lavoro cinque giorni alla settimana e dalle 18 in poi son libero! Probabilmente è abbastanza ma non so sfruttarlo bene.

Mi son già impegnato tutta la prossima settimana.

A volte invece ne perdo tanto di tempo, soprattutto la sera, quando non c’è un cazzo da fare e veramente potrei riposarmi con un libro o un bel film, ma sempre quella cazzo di angoscia mi dice che devo muovermi, devo uscire, devo fumare, devo parlare con qualcuno, devo girare a vuoto in macchina con la musica a manetta, devo camminare…

Ma che cazzo ne so, provo sempre un po’ di noia ed insoddisfazione. Voglio l’addome piatto, voglio chiacchierare con persone che hanno cose nuove da dirmi, o che mi capiscano, o che non si spaventino per quel che ho io da dire. Posso parlare di argomenti splatter e poi passare alla filosofia personale da un secondo all’altro…

Quasi tutte le persone che mi circondano sono infelici e non fanno un cazzo per migliorare la propria situazione. Io col sacrificio ho fatto passi da gigante e a volte, con un po’ di presunzione, mi sento fin troppo avanti a loro. A volte, li sento quasi maledirmi per dove sto arrivando, e non è un bella musica di accompagnamento, ecco.

Annunci

42 thoughts on “Sono giornate un po’ così, un po’ del cazzo.

  1. ti capisco. oggi sono stata a casa tutto il giorno causa pioggia e quindi niente da inventarmi da fare fuori casa, dopo due settimane e week end in cui sono stata praticamente sempre fuori. mi è venuto mal di testa e un po’ di nostalgia per una persona che non se la merita per niente. meno male che domani è lunedì e per forza di cose sto fuori casa.

  2. Ma in fondo, dove ti porta tutto questo correre? Se ti fa bene, corri, ma se deve essere solo un correre incontro a persone che non hanno nulla da dire, resta fermo e godi di te stesso e dei bei passi avanti che hai fatto, non ti pare?
    Anche con un po’ di pancia, eccheimporta, se stai bene tu 🙂
    ciao

  3. Io ho corso fino a qualche anno fa e quando ho smesso ho iniziato la vita quella vera.
    Quando smetti di affannarti a cercare e ti concentri su chi sei e chi vuoi essere è il resto del mondo che ti trova: c’è tanto bisogno di autenticità e quando questa viene fiutata…beh, nessuno può resisterle!
    A Bali mi hanno insegnato che “you get back what you give”: loro lo chiamano karma, tu chiamalo come vuoi, ma fidati che funziona!
    Ecco, FIDATI: non serve altro 😉
    Un abbraccio!

  4. Evidentemente non sono l’unico fissato col tempo.
    Ma poi, alla fine, che resta?
    Tutti a correre e fare sacrifici perché hanno detto che bisogna far così.
    E t’ammazzi di fatica per smaltire peso ed essere un bronzo di Riace, e forse sotto sotto, neppure ti frega un cazzo d’avere gli addominali scolpiti e i pettorali di marmo; ma senti di volerlo, come se essere un figurino potesse farti realmente stare bene con te stesso o quanto meno crederlo.

    • Ricerca della perfezione e anche la paura di tornare ad essere come prima.
      E prima non stavo bene di fisico e pure di pensiero. Però devo far si che questa perfezione non diventi un’ossessione e sopratutto un peso.

      Essere un figurino mi farebbe star bene, sicuramente, ma già come sto ora sto bene.

      Forse però quando sto bene do fastidio, allora succede sempre qualcosa che mi vuole buttare giù. Io rimango in piedi, ma sempre più solo.

  5. Sono sicuro che la buona volontà non manca. E’ chiaro che ci sono alti e bassi in tutto ciò che facciamo e, se si tratta di esercizio fisico, l’estate di certo non aiuta. Non si tratta di sacrifici ma di passione semmai. Io non ho chili da perdere né pance piatte da cercare ma senza nuoto mi sento fermo e odio stare fermo. Non solo fisicamente. Oggi finalmente riprendo l’attività con tutta la squadra. Sono sicuro che, se non lo hai già fatto, riprenderai presto anche tu le tue attività. Non solo fisicamente.

    • Esatto, la buona volontà non manca, probabilmente col tempo riprendo il ritmo e via!!! Sai, mi piace tanto correre e pedalare, ne sto facendo una ragione di vita. Ma la mia passione tende più verso il bere, mangiare e stare in compagnia! 😀

      Ho ripreso le attività da lunedì scorso, fisicamente sto facendo un po’ di fatica… Serve tempo… Ma a volte la pazienza viene a mancare. Teniamo duro! Ciao Topper!

  6. Dai, Vax!
    Io la prossima settimana inaugurerò il mio passaggio dalla kick boxing al pugilato, sarà un nuovo piccolo traguardo da raggiungere, uno stimolo in più.
    Dalle tue parole emerge, e si percepisce, che ti senti “bloccato”, che vorresti fare. Come dice qualcuno, qui su (dove finirà il mio commento in cima o in fondo?), tante volte siamo “bloccati dentro”. Io so cosa significa sentirsi così, un lanciafiamme è meno pericoloso, se c’è bisogno di spegnere un incendio, chiamami, che vengo a darti una mano, o ad accenderne un altro. Nel frattempo, volevo dirti che sei una bella persona, perché ti metti in discussione, sempre, fin troppo, cerca di essere un po’ indulgente con te stesso. Dovremmo esserlo tutti, e con tutti…

    Ti abbraccio, frate’!

  7. Meglio scappare dalle persone che hanno paura delle novità, che dicono sempre le solite stesse quattro cose e che non fanno nulla per cambiare la loro esistenza e si chiudono in se stessi, cercando di rinchiudere anche te.
    Meglio scappare…e di CORSA!!!!

  8. Se tu vai avanti è inevitabile che qualcuno rimanga indietro, ora sei tu che fai strada, ma non tutti sono pronti o sono fatti per essere svegliati. Ecco adesso mi sento molto Matrix, pillola rossa o pillola blu?
    p.s. Ho una voglia matta di andare a correre, ma mi fa male un piede! ggggrrrrr che spreco!

    • Anche questo è vero! Per di più mi si sta aprendo una nuova strada. Devo esplorarla e se è buona lasciare delle indicazioni al riguardo. Bisogna esser predisposti per arrivare al punto di scegliere, non tutti vogliono scegliere. E magari non è detto che faccia bene farlo, a qualcuno! Tanti stanno bene così, senza niente.
      Oggi vado a correre, vedo di fare qualche km in più del solito. E’ ora di alzare l’asticella.

      • Nuova strada? questo è bello e tu fai il misterioso…vero non tutti sanno scegliere i più lasciano che scelgano altri per loro e questo è un po’ triste, ma non siamo tutto uguali per fortuna!
        Corri corri anche per me! 🙂
        grrrrr

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...