Duemilaetredici… LA SVOLTA (pt.4)


Sto sorridendo.
Son sdraiato sul letto con un netbook tutto scassato, lento e poco affidabile… Ma oggi son per il rischio e me ne infischio. Preferisco scrivere da sdraiato, soprattutto dopo la fatica di oggi.

Sorrido appunto per la fatica, che lascia il corpo in uno strano stato di veglia, lucidità e tensione. Sorrido perché ho messo della musica ideale al pensiero ed alla ragione. La musica per sognare magari la metto più tardi.

Son le dieci e sorrido, nonostante la giornata stia finendo, nonostante il fatto che non sia successo niente d’interessante…  Quindi sorrido, anche se non ho ancora lavato i denti, anche se non mi vede nessuno…

Sabato sera sono uscito con mio fratello, il Serio, quello che da diversi anni a questa parte, come me, affronta con disagio gli eventi della vita. Noi non ci si parla molti, siamo troppo diversi, nonostante il dolore che si prova sia molto simile. Siamo diversi nelle passioni, negli interessi…

Gli ho raccontato tutto di me, mi sono aperto quasi del tutto, gli ho detto tutte le mie debolezze, tutti i miei problemi, tutto quello che mi ha fatto soffrire nella vita, tutto quello che mi ha frenato, che non mi ha fatto vivere come si deve. mi sono aperto perché volevo fargli sapere che, nonostante questo mio fare da duro, questo vedermi uscire spesso e sentir molta gente… Beh volevo fargli sapere che anche io, come lui, son stato da cani da diversi anni a questa parte. Che quindi non è solo. Il messaggio poi che ho cercato di inculcargli in maniera indiretta è poi un altro, detto in breve…

Siamo nel 2013, siamo in grado di ragionare, che è finita l’era del dar la colpa agli altri e piangersi addosso. Basta con le scuse, basta col lasciarsi andare. Reagire. Reazione.

Sorrido perché una persona importante come lui sa finalmente come cazzo mi son sentito in tutti questi anni, cosa ho nascosto e gli errori che ho fatto per andare avanti, per sopravvivere… Cose che ora sappiamo solo in due…

Annunci

10 thoughts on “Duemilaetredici… LA SVOLTA (pt.4)

  1. (‘: M’hai tolto la lacrima dagli occhi.
    Sono contenta per te.
    Io sono figlia unica, ma ho sempre pensato che il rapporto tra fratelli deve essere così, proprio così.
    Sostenersi a vicenda (:

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...