Si parlava di rivoluzione, di fare qualcosa…


L’immissione del governo tecnico sembrerebbe essere un colpo di stato. PARE che determinate banche abbiano minacciato di non acquistare i titoli italiani per diversi mesi se non avessero messo a capo del governo il Sig. Monti. A loro non frega da dove arrivino i soldi, ci spolpano senza indugio, quel che importa è che gli arrivino per dare una minima garanzia sul debito creatosi.
I governi precedenti invece si mangiavano tutto.
Serve un governo fatto da cittadini che non hanno interessi personali, un processo pubblico a tutti quelli che hanno rubato, la confisca di tutti i loro beni, la punizione con la galera o i lavori socialmente utili.

Poi le idee ci sono, DA ANNI…
-Abbassare le tasse ai dipendenti e agli imprenditori.
-Tagli alla spesa pubblica (che qui ce ne sono una valanga da fare)
-Stop all’edilizia su nuovi terreni, SI alla ristrutturazione o ricostruzione su terreni già edificati.
-Stop alla costruzione di nuove strade o ferrovie. SI alla ristrutturazione.
-Migliorare il trasporto pubblico e obbligarlo all’ecologio. Bus elettrici o a gas.
-Stop a nuove discariche e inceneritori. Incentivare la differenziata. (Dove abito io funziona benissimo e non ci costa molto.)
-Far pagare le tasse alla chiesa cattolica.

E poi ce ne sono altre di idee… Energia, Sanità, Ricerca, Istruzione, Giustizia, Rete…
E per ciascuna idea ci sono tante altre idee tutte realizzabili…

Il fatto che non siano mai state attuate mi fa pensare che c’è PER FORZA al potere, da anni, destra o sinistra che sia, gente meschina che se ne frega e fa di tutto per vivere ai massimi standard sulle nostre spalle.

PER FORZA.

Cosa dobbiamo fare?

– Protestare in maniera pacifica! Appena posso ci vado, sperando di non venir massacrato dalle forze dell’ordine.
– Divulgare le idee ed il possibile cambiamento per svegliare gli animi più assopiti.
– Annullare il propro voto, oppure votare il movimento 5 stelle, dando la possibilità a cittadini come noi di entrare nel sistema e ribaltarlo da dentro, in maniera pacifica.
– Valutare sempre con criterio tutte le proposte…

Le rivoluzioni violente non servono a niente, i morti e i feriti non servono a niente, come ci insegna la storia, portano sempre un vincitore, ed il vincitore ha sempre ragione. Noi invece dobbiamo unirle le nostre ragioni e prendere quelle che danno più benefici collettivi con meno danni possibili…

Poi basta che altrimenti mi incazzo! Non è stato facile per me trovare lucidità nel scrivere questo post.

Annunci

10 thoughts on “Si parlava di rivoluzione, di fare qualcosa…

  1. Caro Vic,
    Hai scritto proprio bene. Quello che hai scritto è terribilmente serio e sarebbe da divulgare; dovrebbe arrivare dappertutto e dovrebbe svegliare gli animi assopiti. Credo infatti che le persone “serie” si siano rassegnate scivolando in letargo.
    La violenza non serve a nulla. La serenità e l’onestà possono dilagare e disturbare i disonesti.
    Noto, purtroppo, che questo tuo articolo non ha, per ora, alcun commento.
    Speriamo nelle sveglie!

    • Io mi sono rotto il cazzo e lo urlo al mondo intero.
      Con gli strumenti che ho.

      Preferisci far rotolare le teste di questi ladri? Io no, preferisco negargli la libertà.

      • Far rotolare le teste adesso non fa alcuna differenza. Urlare, incazzarsi, scrivere, indignarsi, manifestare, salire su una torre, scioperare è tutto inutile. Anche se la gente uscisse tutta per strada a bruciare cose, a fare un colpo di stato, niente. Non servirebbe a nulla. Tu dici di volere “svegliare” le persone, e una volta sveglie cosa gli racconti? Sai perché nessuno fa nulla? Perché non c’è alternativa a quello che già c’è, o meglio c’è ma ve la siete scordata. Non si può fare la rivoluzione solo per abbassare l’IVA, un sgravio sulle tasse sulla prima casa, non trovi? Che cazzo di alternativa è quella di immaginarsi un futuro che come massima aspirazione ha l’abbassamento del prezzo della benzina? Metterli in galera o ucciderli, i ladri, non serve a nulla se non si cambia il sistema che genera aborti.

  2. Certo che non si può fare una rivoluzione per queste cose. Io punto a parlarne e a far capire in che merda viviamo. Punto ad un mondo migliore, fatto di energia pulita, gente onesta e pace.
    Io la benzina o diesel non la voglio più vedere!
    Il sistema è sbagliato si, e lo è da decine d’anni. La gente dorme di fronte ai televisori, tra maltempo, Avetrana e gossip! C’è un mondo diverso da quello che ci viene fato vedere.
    Chiaro che se avessi la soluzione a portata di mano la applicherei. io ci penso e quel che mi viene in mente lo devo dire. I miei amici, i miei lettori devono sapere cosa ne penso, non rimango come un babbo a farmi inculare dal sistema, penso a come potrebbe cambiare.
    Penso anche al marcio che si radica dal basso, alla moralità di tantissimi italiani, che nel loro piccolo contribuiscono a peggiorare le cose.
    Per aborti del sistema, ti riferisci a questo tipo di persone? Se si… Tempo fa scrissi questo. Se si… Capisco i tuoi commenti.

    https://vicozzarecords.wordpress.com/2011/11/08/manifesto-del-benessere-universale-bozza/

    Grazie per le risposte!
    Buona giornata.

  3. ciao mi intrometto nel tuo spazio virtuale, sperando di farti cosa gradita – l’Italia è provata dal passato e dal presente – difficile trovare soluzioni, la rabbia monta ma, non credo porterà a reali reazioni di forza, abbiamo appreso dalla storia che gli accordi valgono sicuramente più delle ragioni imposte – mi auguro un cambiamento della visone politica che ci conduca verso un futuro migliore – se vuoi accusarmi di ottimismo, ne hai facoltà, certo che l’apatia è fastidiosa ma, chiunque voglia seriamente protestare e cambiare le cose potrà farlo con il voto – solo allora si capirà se gli italiani si sono svegliati o se proseguono nel brontolio poco efficiente – ciao

  4. VUC’S FOR PRESIDENT!!! 😉

    Battute (neanche poi tanto) a parte, le idee, e forse addirittura le soluzioni, gli italiani le hanno già da tempo, ma sembrano non avere voce in capitolo. Siamo tutti vittime di una falsa democrazia che il potere al popolo lo scimiotta soltanto.

    Mi limito a questo, altrimenti mi incazzo anch’io…

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...