E te… Cosa farai da grande?


Da piccoli la stragrande maggioranza di voi avrà avuto sicuramente una risposta pronta alla classica domanda: “cosa farai da grande?”

Io risposte precise credo di non averne mai avute, possibile che aspirassi a diventare un tecnico informatico? Bah… Magari rispondevo astronauta, poliziotto, o venditore di Lego. Da adolescente invece avevo le idee un po’ più chiare, volevo fare l’attore porno o anche Batman. Da teenager avrei preferito invece diventare una rockstar oppure un narcotrafficante buono. Nella prima metà del mio ventennio volevo invece diventare un ricco proprietario terriero, fare soldi nell’informatica ed un mucchio di bambini, cinque era un bel numero secondo me. Per cause di forza maggiore le mie prospettive si accartocciarono in un mucchio di scarabocchi di pensieri e fantasie, volevo diventare uno scrittore maledetto, un poeta amato da tutti, alcolizzato e dongiovanni…

Uno stile di vita che mi ha fatto crescere, in tutti i sensi. La mia pelle lievitava ed i miei pensieri impastavano fantasie e realtà, passavo il tutto poi nella nonnapapera e creavo pappardelle d’esami di coscienza e tagliolini di consapevolezze, e come condimento, sughetti d’insicurezze e irrequietezza.

In questo ultimo anno ho ripreso coraggio, perchè ho deciso che da grande farò la rockstar, fotomodello, presidente della repubblica, proprietario terriero, attore porno esclusivamente per la mia amata, sette figli, scrittore, ristoratore, venditore di Lego, maratoneta, pilota di elicotteri e perchè no, anche l’agente segreto che salverà il mondo con la sua Harley-Davidson.

Anche il campione mondiale di tango argentino non sarebbe mica male…

Detto questo, posso andare a dormire, che dopo essermi schiarito le idee, ho da sognare cos’altro potrei diventare da grande.

 

 

 

Annunci

25 thoughts on “E te… Cosa farai da grande?

  1. Io chiesi a un mio amico, trentenne, cosa avrebbe voluto fare da grande, e lui mi rispose “Quando sarò grande ci penserò”.

    Ora di anni ne ha 53 e fa il docente precario.

  2. Che io ricordi non ho mai saputo rispondere a questa domanda: non sognavo. Poi un bel giorno ho iniziato, mattone dopo mattone, a costruire la mia professione e nemmeno me ne sono accorta. Dai miei sogni mancati è venuto fuori un sogno realizzato, quello di una persona che, pur non avendo sognato ha combattuto ed è riuscita a raggiungere un traguardo.
    Attualmente vesto a tempo pieno i panni di Wonderwoman e risulto abile nel salvare il mondo dal Male.

  3. mah…ormai SONO grande, purtroppo…sono riuscita ad avere quello che volevo, però c’è sempre qualche traguardo da raggiungere, quindi in definitiva, non so ancora quello che vorrò fare 🙂

      • Ma va, l’importante è sentirsi normali una volta ogni tanto, non per quanto tempo ci si sente così… ;P
        E’ che mi hai fatto realizzare di non aver mai fatto ipotesi strampalate su cosa avrei voluto fare da “grande”, almeno non che io ricordi, ma forse questo manda a farsi fottere il briciolo di normalità che credevo di essermi conquistata… -.-“

    • Povera… E come te tanti altri. dici bene del governo… Che qui idee e voglia di fare ce ne sono a bizzeffe, ma per qualsiasi cosa son pronti a prosciugarci… In tutti i sensi…

  4. Io volevo fare la ballerina, la pallavolista, l’allevatrice di cavalli. Poi, la giornalista. L’ho fatta e ho deciso che mi piace di più fare la cameriera! Ma dopo una recentissima degustazione di champagne, ho deciso che voglio fare la concubina di un produttore di bollicine.

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...