La mia crisi.


La chiamano voglia di scopare gli amici miei… Sono irrequieto e nervoso, lo sono stato per 15 giorni, le mie ferie, e lo sarò ancora per un bel po’. Ho sempre cercato di metterla sul ridere, gli amici mi hanno sempre aiutato ad ammortizzare le mie parole con dei sorrisi,  ma io in questi giorni ho quasi sempre risposto male, quasi sempre agitato e pronto ad esplodere. Mi son riposato però… Far due settimane di ferie nello stesso posto dove vivo da una vita fa male al cervello. Mi rode il fegato ed i denti, il primo che mi dice “fatti un viaggio” si ritrova tutti i denti rotti.

La ditta presso cui lavoro non va bene, mi sta pagando in ritardo da più di tre anni ormai, ora le mensilità che mi mancano sono sei, ma vi assicuro che abbiamo quasi raggiunto il doppio tempo fa. Io ho un mutuo da pagare che sfiora i settecento euro al mese e ho bisogno di un posto fisso, che paghi regolarmente, per poter vivere con dignità. Non ho trovato ancora nulla al riguardo e mi tocca tenermi stretto il lavoro che ho, che per un informatico come me sarebbe anche il lavoro più bello del mondo se non fosse per questa fottuta crisi… Sono a due passi da casa… Incomincio ad odiarlo questo lavoro.

La chiamano voglia di scopare gli amici miei… Dico sempre la parola “cazzo” e la rivolgo poi al sesso femminile perchè ormai non so più con chi prendermela. Ho iniziato tempo fa a prendermela con me stesso, poi con gli altri e poi con Dio, ora non so più veramente cosa fare, sono stufo di comportarmi così.

Niente vacanze quindi perchè bisogna tenere duro, bisogna arrivare al primo di ogni mese con almeno mille euro sul conto altrimenti non si respira nemmeno più. Tengo duro anche grazie ai miei genitori, che mi mantengono dandomi vitto e alloggio, prestandomi la loro auto, facendomi da garante per il mutuo e volendomi bene! Tengo duro anche grazie agli amici, che mi fanno quasi sempre sorridere nonostante la maggior parte di loro sia messa peggio di me. Io ho 27 anni e posso fare poco della mia vita perchè questo paese non ha niente da offrirmi. Appena ci sarà qualche manifestazione a Roma io ci andrò perchè sono stufo, chi comanda si deve prendere le mie infamate dal vivo, mi scomoderò per loro, mi farò prestare i soldi del biglietto dai miei o vedrò di occupare un treno per andarci gratis, io mi sono rotto!

La chiamano voglia di scopare gli amici miei… Che poi a me più che scopare piacerebbe far l’amore.

Annunci

10 thoughts on “La mia crisi.

  1. capisco la tua situazione e leggendo il tuo post mi è venuta in mente una sola parola: cambiamento.
    Perchè non stravolgi la tua vita? Prova a cambiare qualcosa o tutto. Forse ciò di cui hai bisogno è un nuovo inizio, e sono sicura che per un informatico all’estero ci sono moltissime opportunità.

    • Ciao thecheek! Benvenuta nella mia casa!

      Il cambiamento è necessario in questi casi, ma non ho le palle di mollare un lavoro con un mutuo sulle spalle. Cerco solo un posto migliore e non esiste. PEr quanto riguarda l’estero, ho poca voglia di lasciare qui tutti i miei affetti, per di più, amando l’Italia, non posso privarla del mio indiscutibile GENIO 😉

      Verrò a trovarti presto, grazie per il commento.

  2. Urlare, gridare, ribellarsi, smettere di bestemmiare chiusi in un bagno ma cominciare a farlo nelle piazze, scioperare, rifiutarsi, incazzarsi, tirare fuori coglioni e dignità, orgoglio e presunzione. Dobbiamo schiodarci dalle sedie, dobbiamo smetterla di essere medi e mediocri, smetterla di scuotere le spalle e sospirare (e lo dice una che non è mai stata in vita sua una rivoluzionaria). Dobbiamo farci sentire, dobbiamo dimostrare lo schifo e lo sdegno che proviamo. E farlo seriamente. Perché non siamo bestie. Non siamo scemi. E siamo stufi! Un Paese in cui l’unica alternativa è fuggire, è un Paese senza futuro. Noi siamo, in questo momento, senza futuro!

  3. Vucs, io più che voglia di scopare la chiamerei ciclo mestruale !!!
    Bisogna davvero stare attenti a tutto ciò che si fa o si dice perché sei subito pronto ad aggredire le persone.

    Sei sempre stato schietto e duro con me… fin dalle superiori, da quando mi dicevi “sei vestito come un pagliaccio” oppure “mi sei sempre stato sul cazzo” etc…
    Ho sempre apprezzato questa tua qualità e voglio fare la stessa cosa con te.

    Ultimamente sei davvero uno stronzo. Aggredisci tutti, pensi che chiunque faccia qualcosa solo per il proprio torna conto e sei sempre incazzoso.
    Nn sei la persona che ho conosciuto tanto tempo fa, che viveva sciallo con il sorriso.

    Ci sono un sacco di cose che non ti piacciono nella tua vita e per ognuna hai sempre una scusa a cui aggrapparti per nn fare niente.
    Cazzo svegliati e fai qualcosa.

    Andare a Roma a protestare è una cazzata, è solo l’ennesimo modo per dare la colpa a qualcun’altro per quello che non sei capace di fare tu.
    Ti dico un segreto: la gente è sempre stata opportunista e il mondo merdoso come lo è adesso, ma prima eri capace di sbattarlo a 90 e scopartelo questo mondo !!!
    Riprendi a farlo !!!

    • Caro Vailo,
      dato che le cose non sono cambiate, ti rispondo con un bel, FATTI I CAZZI TUOI!

      Scherzo amicone, ho bisogno di parlarne e di confrontarmi, per questo che ho scritto il post. La prima parte del tuo commento rispecchia perfettamente quel che sono, incazzato e con la puzza sotto il naso, ti assicuro però che la maggior parte della puzza che sento è vera e fa male.

      Ci sono un sacco di cose che non mi piacciono nella mia vita, ma non è vero che non faccio niente per risolverle. Parlando di questa situazione, che si protrae da diverso tempo, sappi che sarebbe da stupidi non averci nemmeno pensato! Devo cambiare posto di lavoro, ed è logico che il cambiamento da fare dev’essere in meglio e non in peggio. Per questo mi servirebbe comunque un posto di lavoro a tempo indeterminato, che mi dia la garanzia di un buon stipendio fisso per pagare le rate del mutuo, che per di più sia puntuale con i pagamenti, in modo che io possa anche gestire i soldi rimanenti per poter magari organizzarmi una vacanza o far dei corsi di qualcosa, ad esempio musica, cucina, barman… Magari comprarmi anche una macchinina!!!

      Sono prigioniero di un mutuo e di un contratto che nonostante i ritardi mi da la garanzia di poterlo estinguere, sono vittima di un sistema che non mi offre altre opportunita lavorative a causa della crisi economica, che fa chiudere le aziende, le fa indebitare e che, se possono permetterselo, assumono personale con contratti a progetto o a tempo determinato…

      Non può essere colpa mia, per reagire dovrei crearmi io un’opportunità lavorativa, ma mettersi in proprio adesso come adesso equivale a strizzarmi le palle con le unghie lunghe in mezzo a La Mecca urlando “Gesù è l’unico e vero salvatore!”

      P.S.; Il tuo segreto è vero, sono ancora capace di sbattermene il cazzo fino alla morte, però andare a Roma ad urlare VAFFANCULO a chi di dovere mi farebbe sentire un po’ meglio… Sarebbe meglio di una scopata…

      Ti voglio bene stronzo, vediamoci appena puoi!

  4. Indubbiamente Vucs, nn abbiamo la stessa spensieratezza di tanti anni fa.

    Alla superiori eravamo liberi da ogni pensiero assillante (mutuo, lavoro, casa, ..) e pensavamo di poter cambiare il mondo con un po’ di rock and roll.

    Forse può sembrare infantile, ma credo ancora che con una chitarra in mano qualcosa si può cambiare. Basta volerlo … basta gridare davvero vaffanculo e fare le cose senza pensarci 2 volte. Voglio che sia così e quindi lo sarà !!!

    Anche tu mi manchi pezzo di merda !!!

  5. Il dilemma è il più vecchio del mondo…siamo noi a controllare la nostra esistenza essendone artefici o tutto è già scritto e quel che ci rimane da fare è solo sopravvivere?..Personalmente credo entrambe le cose. Credo che si possa inseguire un sogno per tutta la vita senza mai nemmeno scorgerlo in lontananza o ritrovarsi per caso in mezzo ad una favola senza mai aver mosso un dito per ottenerla.
    Il segreto, secondo me, è il non accontentarsi..capire ciò che si è,ciò che davvero ci rende felici e combattere per conquistarlo.
    Sono convinta che le crisi servano molto per capire cosa c’è dentro di noi..alcune sembrano non finire mai,ma non arrivano mai per nulla.
    In bocca al lupo!

    p.s. forse gridare VAFFANCULO a Roma non risolverà i tuoi problemi,ma ti farà stare meglio di sicuro..io l’ho fatto pochi mesi fa,ne valeva assolutamente la pena!

  6. Praticamente non siamo solo noi a decidere il nostro destino. Bisogna essere bravi a giocare con le occasioni che la vita ci propone tutti i giorni. Io sono un sognatore, coltivo sogni, tanti sogni di diversi tipi, e cerco di realizzarli, purtroppo però non è facile realizzarli tutti, si fa quel che si può.

    Ti ringrazio per le tue parole, se dovessi riuscirci ad andare nella capitale manderò un VAFFANCULO alla casta anche per te!

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...