Una nuova guerra…


Discorso del 5 Maggio 2011.

La primavera ormai inoltrata, il bel tempo e la voglia di respirare aria fresca, ci invoglia ad aprire le finestre dell’ufficio, per il benessere di tutti noi liberi lavoratori. E’ un nostro diritto respirare l’aria che Dio ci ha donato, è un nostro diritto poter lavorare in condizioni umane che ci nobilitano e ci gratificano, è un nostro diritto poter portare la pagnotta a casa per mantenere o creare una famiglia. I nostri doveri da lavoratori li abbiamo sempre eseguiti e difesi alla pari dei nostri diritti, Dio ci ha donato testa e mani per poter lavorare e noi lavoriamo! (Acclamazioni vivissime)

Lavoratori di tutti gli uffici del mondo, lavoratori di destra, lavoratori di sinistra, il cambio d’aria si fa sempre più necessario, i polmoni di tutte le religioni hanno bosogno di respirare e noi respireremo! (acclamazioni, grida altissime di “Aria! Aria! “) Il capoufficio è d’accordo, le impiegate non da meno e il direttore è categorico! Tutti uniti per il bene divino, aria pulita che si ricicli con le correnti e soprattutto SENZA MOSCHE! Perchè un lavoratore non è libero se non può respirare! Generazioni di sindacalisti hanno combattuto per questo e noi non saremo da meno.

Le parole d’ordine sono tre, categoriche ed impegnative per tutti. APRIRE LE FINESTRE e noi le apriremo!

Noi impugnamo le armi per difendere la nostra dignità di lavoratori e la nostra libertà di respirare. Per risolvere il problema degli insetti e delle mosche che non ci permettono di lavorare e beneficiare dell’aria che vogliamo respirare! (Applausi) Noi, umili impiegati, siamo pronti al passo finale di questa lotta ossessiva contro le mosche, che detengono il potere del volo e la dominazione dell’aria! Chi siamo noi per non poter lavorare in santa pace?!? (Ovazione) Siamo forse animali noi che disturbano le mosche mentre vivono? Chi di noi ha mai gironzolato e si è mai appoggiato su una mosca? Sfido il mondo intero a trovar un lavoratore che si sia messo a disturbare le mosche.

Noi siamo stufi marci! (“Vico! Vico! Vico!”) La dichiarazione di guerra è già stata inoltrata verso gli ambasciatori di tutte le mosche e le vespe del mondo, nessun ultimatum per gli invertebrati volanti. L’ora dei poveri terrestri è arrivata, finalmente i potenti periranno perchè noi siamo milioni e siamo tutti uguali! Lavoratori di tutto il mondo, dalle Ande alle terre di Mordor, impugnate le vostre palette e combattete, l’aria è di tutti e ce la riprenderemo! (Il popolo prorompe in altissime acclamazioni)

Annunci

2 thoughts on “Una nuova guerra…

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...