Hello Kitty! Storia di un gattino abbandonato.


Hello Kitty è una gattina orfanella nata in Giappone nel 1974 e cresciuta un po’ male in quanto è alta mezzo citofono e non ha la bocca. La piccolina venne trovata ai piedi di una nota fabbrica giapponese, la Sanrio, avvolta da diversi adesivi infantili che alla loro rimozione, causarono la perdita di parte dei suoi magnifici baffi. Voci non ufficiali sostengono che la gattina sia nata dalla biro di Cat Woman, che perse il tappo durante una delle sue furiose masturbazioni, altre voci, probabilmente non vere, dichiarano che Hello Kitty è di origini cinesi ed è arrivata fino in Giappone grazie ad un lancio sul mercato un po’ troppo potente…

Hello Kitty Emo

Hello Kitty nei suoi anni ribelli.

L’infanzia di Hello Kitty non è serena, all’asilo tutti la schernivano perchè faceva sempre i suoi bisogni sulla sabbia in cortile e si limava le unghie sui lettini impiegati per il riposino pomeridiano, il rapporto con gli altri peggiorò quando incominiò a lasciare peli ovunque. Veniva però apprezzata dalle persone che non conosceva, grazie al suo aspetto minuto e grazioso, diffondeva tenerezza e fragranza, proprio come un panificio francese alle cinque del mattino. La sua vivacità e curiosità la portavano sempre a cacciarsi nei guai, nel periodo adolescenziale fu presa dalla mania della scalata su pianta, sfidando se stessa arrampicandosi sugli alberi sempre più in alto, incominicarono qui i primi guai con le forze dell’ordine che dovevano sempre intervenire per poterla tirare giù.

Hello kitty in arresto.

Hello Kitty viene arrestata per uso e spaccio di latte in polvere.

Crescendo incominciò a dare la caccia a tutti gli animali di piccola taglia, lucertole, topi e uccellini erano le sue vittime preferite, venne arrestata per maltrattamento sugli animali e rinchiusa per un mese, al buio, in un trasportino assieme ad un gomitolo. Inizia il periodo della gattabuia. La Sanrio, partner del WWF, la disereda in tronco. Le diedero la libertà vigilata non appena imparò a cucire centrini, sistemandola in una sartoria cinese abusiva sotto un tombino di Milano, capitale mondiale della moda. La sua vita cambiò da un giorno all’altro, precisamente quando le venne in mente, per scherzo, di ricamare la faccia di ChunLì, collega di lavoro, su un portamonete in vinilie, quest’ultima, per vendetta, ricambiò lo scherzo con la complicità di tutte le altre colleghe, disegnando il viso della gattina su 40.000 portamonete. La direzione si ritrovò con del materiale invendibile e la licenziò in tronco lasciandole la merce.

Hello Kitty si ritrovò per strada, ma non tutto il male viene per nuocere. Costretta a prostituirsi per poter sopravvivere, per compiacersi i nuovi clienti regalava un portamonete ogni volta che doveva dare il resto di un pagamento. Qui non si sa come ma conobbe Britney Spears, che la portò nel mondo dello spettacolo come prostituta d’alto bordo, frequentando personaggi del calibro di Ricky Martin, Mariah Carey, Cameron Diaz, Heidi Klum, Steven Tyler, Christina Aguilera, Carmen Electra, Mandy Moore, Raven-Symoné, Varla Jean Merman, Lady GaGa, Paris e Nicky Hilton! Questo è il periodo che lei stessa chiama, nella sua biografia, “una gatta da pelare”.

Hello kitty con pesciolino e uccellino.

Hello Kitty va da Ricky Martin.

Forte di queste conoscenze, aprì una catena di manicure per gatti, la “Divani & Divani”, ma non ebbe molto successo causa prezzi troppo elevati, la rivendette ad un imprenditore italiano per 1 milione di lire. Successivamente si diede alla scienza, cercò il moto perpetuo lanciandosi da un palazzo con una fetta di pane imburrata legata sulla schiena. Non ottenne i risultati sperati e fu costretta a rimanere a letto 24 mesi per le fratture subite. In clinica conobbe il gatto Silvestro, suo compagno di stanza, anche lui costretto a rimanere a letto per colpa delle botte prese dal cane Ettore, mentre cercava di papparsi il canarino Titti. Nasce una forte amicizia che si tramuta in una stupenda storia d’amore.

La coppia, ormai famosa, partecipa ad un programma d’intrattenimento per bambini, il loro compito è importantissimo, insegnare a questi a gattonare. La trasmissione va in onda su Boing alle 13, mezzora prima del gatto con gli stivali, che insegnerà ai bimbi a muovere i primi passi in posizione eretta. I due divorziarono successivamente per colpa delle major cinematografiche, che destinarono il gatto Silvestro al perpetuo inseguimento del canarino Titti. Forte del successo televisivo, Hello Kitty partecipa come ospite a diverse trasmissioni televisive, fin quando non ricevette, tramite “C’è postta per te”, una richiesta di ricongiunzione dalla Sanrio, sua azienda adottiva…

The End.
Immagini tratte dal web.

Tratto da una storia vera. Hello Kitty ora è attualmente un marchio molto forte, che genera un fatturato annuale di 1 miliardo di dollari attraverso un merchandising variegato il quale ogni anno vede moltiplicarsi le offerte: biglietti di auguri, videogiochi, gioielli, tostapane, biciclette, chitarre.

Annunci

4 thoughts on “Hello Kitty! Storia di un gattino abbandonato.

  1. “[…] diffondeva tenerezza e fragranza, proprio come un panificio francese alle cinque del mattino […]” ahahahahahahahah

    Quando scrivi queste cose mi fai morire sempre dal ridere. Le storie divertenti sono il tuo forte Vuc’s, dovresti proporcele più spesso !!!!!

  2. Yeah! Dovrei essere sempre di buon uomore… Anche oggi lo sono ma non ho voglia di scrivere nulla! A me la parte che da più soddisfazione è la presunta nascita di Hello Kitty, li ho sorriso di bestia e mi sono baciato le mani da solo!

  3. 😀
    Cercavo per mia figlia la storia di Hello Kitty e mi sono ritrovata in questo divertentissimo articolo, le racconterò questa storia, ma solo appena diventerà maggiorenne. Complimenti!

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...