Sesso e potere.


Non c’è più amore nell’aria, non ci sono più angeli che camminano per strada guardando negli occhi le persone cercando l’anima gemella. Le ragazze che vedo in questa terra ghiacciata sono propense soltanto a pretendere amore da persone in grado di offrire bella presenza, buon sesso e attenzioni a 360° verso la compagna. Il buon caro e vecchio principe azzurro non passa nemmeno nell’anticamera del cervello delle ragazze di oggi. Bisogna essere fighi qui, bisogna sballarsi, vestirsi bene, andare sempre alle feste o ai locali “in”… Se non sei un amante delle cose che vanno di moda, che piacciono a tutti, non sei degno della minima attenzione. Quì bisogna andare al mare d’estate, in montagna d’inverno, nelle discoteche ogni weekend, gli aperitivi nei locali più alla moda, bisogna fare shopping, ubriacarsi, scopare, avere la macchina bella, la firma enorme di uno stilista su qualche capo d’abbigliamento, oppure la piccola sigla di uno stilista ripetuta 400 volte…

Io vedo in giro soltanto ragazze che la danno al vento solo per godere con qualcuno che possa essere poi “trofeizzato” tra le amiche, persone che fanno veramente le troie con il primo figo che capita e poi magari hanno anche i sensi di colpa per averla data troppo presto, sensi di colpa che servono soltanto per non sentirsi delle troie. Ragazze che hanno uomini che le amano e che loro trattano come cani da pestaggio alla minima cosa che gli viene a mancare, e che poi quando escono da sole non cercano altro che esser corteggiate, per sentirsi belle, le migliori, mica come quelle troie che la danno via al primo che passa… Vedo uomini che danno della “troia” a donne che non gliela danno. Vedo donne che danno della “troia” ad altre donne perchè si scopano il ragazzo che avrebbero voluto scoparsi loro. Le ragazze quando escono cercano soltanto il corteggiamento, e se lo fai bene queste cedono in tentazione, i ragazzi queste cose le sanno benissimo e corteggiano e offrono da bere, perchè se si è ubriachi, tutto è più facile per tutti. A tutti piace scopare. Tutti cercano solo sesso per godere, ed il potere per sentirsi apprezzati e importanti. La massa che ti fa i complimenti ti fa sentire importante.

Ma se la massa è ignorante e priva di rispetto e buon senso, beh… Io di certi complimenti non me ne faccio un cazzo. Vedo solo un mondo di cazzi e di fighe che girano attorno all’apparire. E dico cazzi e fighe perchè non mi vien da dire uomini e donne. A me fanno tutti schifo. Non vedo più nessuno che desidera un partner per amore. Non sento più amore nell’aria, solo gente che vuole apparire e sentirsi bene con i complimenti degli altri, corteggiando o facendosi corteggiare. Nelle mie esperienze e guardando quelle degli altri, noto che una donna ha tanta voglia di cazzo quanto un uomo ha voglia di figa. Io ho bisogno d’amore, io ho voglia di amare, ma non c’è più nessuno per cui valga la pena di farlo.

Annunci

Sorprese mattutine.


Svegliarsi il venerdì mattina, nella pianura padana, con la neve, è come scaricare Avatar versione integrale e trovarsi un film porno giapponese gay.

Frasi assurde su Google. #25


Quasta volta vi siete superati! Per me è un onore far parte dei risultati delle vostre ricerche. Più sono strane più io mi sento speciale, è uno sfogo commentarvi…

canalis pompini
Hola amigos donde esta la fiesta? Todos a Como?

gente che fa la cacca
Stitichezza, ti porta a cercar cose mai viste.

schiaffi a coniglio
Sempre meglio che cercar di tirargli fuori un cilindro dal culo…

ragazze e ghiaccioli
Le ordino sempre al mio bar preferito. Meglio di rhum e cocaina!

suocere arrapanti
Te ce l’hai su con le suocere… La prossima volta non sposarti con un cesso…

nina zilli lesbica
Se lo è lei, lo sono anche io.

ubriachissima masturba
Ragazze… Non smetteremo mai di offrirvi da bere.

cacca di piccione+numero del lotto
Ah beh allora se giochi tu non gioco più!

vieni che ti rompo il culo
Tua sorella si sta facendo delle grasse risate!

il perchè ti adoro
Sono quelle domande che non hanno risposta…
Perchè viviamo? Chi sono io? Cosa c’è dopo la vita?

videochiavate in dialetto
Leghisti arrapati che usano internet.

donne tempo denaro
Cavoli.. Ho già l’ansia…

<- Puntata PrecedentePuntata Successiva ->

Quelli nati il 12…


“Dotato di un’eloquenza molto persuasiva, diplomatico, proteso verso il futuro, ha possibilità di affermarsi nelle professioni d’avanguardia. Personalità calda e amichevole, una mente pratica e un talento artistico o letterario. Si muove seguendo i suggerimenti della fantasia, porta sempre a termine quello che ha iniziato. Il mondo letterario o dello spettacolo vi si adatta benissimo. Molto adatto per attività a contatto con il pubblico e che gli permettano di viaggiare. Nell’amore può essere preso da passioni travolgenti.”

Da facebook.

Farò di tutto per corrispondere a questo profilo.

Enter title here.


Questa sera sono proprio stanco, in realtà lo sono da diverse sere e la causa è il mio regime di vita molto più attivo e mentalmente sono sempre più occupato. Io ed Elia stiamo organizzando un super capodanno in una vecchia villa toscana e la cosa è divertente ma anche un po’ stressante. Il bello però è che questa settimana ho i pomeriggi liberi e questi due appena passati sono volati che è un dispiacere pensarci. Ho comprato il libro del mio amico Alan che ha pubblicato anche dei video della sua presentazione. Cazzo l’anno prossimo se ne scrive un altro farò di tutto per andarci… Ora son le 23 e 23 ed io mi sento  ancora più stanco e non ho voglia di scrivere niente, vi lascio quindi con un video ASSURDO dei Griffin…

Griffin 4×06 ita – Genio Ritardato – Camion dei pompieri

Una vita da gadano – video

寿司 / 鮨 / 鮓, Sushi!


Foto scattata dal sottoscritto.

Ieri sono andato a mangiare Sushi in un ristorante giapponese di Milano, capitale mondiale del pesce crudo per eccellenza. Milano è città storica per questo, grazie alla competizione nata con la città di Parma il secolo scorso, quando rubò la scena dai teatri culinari al capoluogo lombardo grazie al prosciutto crudo. Milano rispose con il pesce crudo e fu subito successo, i navigli però si svuotarono presto. Bisognava quindi trovare una soluzione ed incominicarono quindi ad importare il pesce dal Giappone, questi però si sa, visto il successo, tra una foto e l’altra copiarono il tipico piatto milanese trasformandolo nel loro simbolo culinario e dichiarandosi inventori indiscussi di tale lecornia minacciando, tramite la Yakuza, che alla prima forma di discussione questi avrebbero spedito del pesce cotto e non più crudo.

Fonti attendibili sostengono però che l’inventore del Sushi fu Gesù Cristo, i Vangeli di Matteo e Marco, riportano due distinti episodi in cui Gesù moltiplicò pani e pesci per dare da mangiare alla moltitudine che lo aveva seguito: nel primo con cinque pani e due pesci sfamò cinquemila persone, nel secondo con sette pani e “pochi pesciolini” sfamò quattromila persone. Diversi scienziati del CERN sostengono che l’unico modo possibile per sfamare così tanta gente con poco pesce è quella di privarne la cottura e dividerlo in piccolissimi bocconcini accompagnati da micro dosi di carboidrati.

Il Sushi si presenta in piccoli bocconcini di pesce crudo dal colore intenso e vivo, accompagnati da riso bollito o arrotolati con diverse verdure e alghe marine. Futomaki, Hosomaki, Temaki, Naruto Uzumaki, Oshizushi, Cachi, Sashimi, Mila Hazuki… Sono solo alcune varianti di Sushi nate dai cuochi che creano quest’arte. Si può diventare maestri di Sushi soltanto in due modi, quello tradizionale o quello accelerato. Il metodo tradizionale prevede due anni a sputare sangue lavando i piatti, potendo solo osservare la preparazione del pesce, negli anni a seguire, poco alla volta si incomincerà a conoscere la cottura del riso, i tagli e le varie acconciature. Il metodo accelerato prevede un solo anno in cui il garzone s’impegna a sushare tutti i giorni il pesce crudo del maestro chef.

Sono milioni le persone al mondo che apprezzano questa prelibatezza ed io non faccio parte di queste. Al primo assaggio, la sensazione di viscido in bocca mi ha portato a rivivere arcaici ricordi di quando mia madre mi costringeva a mangiare la lingua di mucca o le palle del toro. Il sapore è tra il lievemente salmastro e il nullo. Roba che non serve ad un cazzo mangiare qualcosa con quel sapore lì, allora esistono delle salsine, come la soia, salatissima e veramente disgustosa, oppure il Wasabi, che è una pasta verde piccantissima e schifosissima. Secondo me la merda con il peperoncino potrebbe avere lo stesso sapore. Il pesce crudo mangiato così ha veramente poco senso, senza offesa per i miei amici giapponesi, Hattori Hanzō e Pai Mei, ma infilarsi in bocca un tocco di pesce crudo mi fa sperar che non abbia lo stesso sapore che sente una donna quando si diletta in una fellatio, altrimenti povere donne…Vorrei quindi fare un appello a tutti gli uomini, mi raccomando, andiamo sempre in giro con il bigolo pulito e profumato che il Sushi non piace a tutte. Aggiungo anche solidarietà agli orsi del Kispios che non possono cucinarsi il pesce prima di mangiarselo.

Beh ho avuto anche diversi incubi questa notte, la digestione non è per niente facile, anzi, è probabile che non è proprio avvenuta e mi toccherà andare in bagno con il retino prima che mi scappi qualche pesce chissà dove…

Risposta e contro-proposta.


Questa sera Albert e VAilo hanno tentato a tutti i costi di convincermi ad andare a lavorare a Milano con loro, perchè ci si diverte, si fanno un sacco di esperienze a livello professionale e sociale. Dicono che io ne ho bisogno perchè nel mio paesino non potrò mai vivere una vita interessante.

A pensarci bene però io nel mio paesino non sto poi mica così tanto male. Mi sveglio alle 8.30 per essere in ufficio alle 09.00, mangio a casa e alle 18.05 sono già libero da qualsiasi preoccupazione professionale. Onestamente per qualche spicciolo in più, o qualche conoscenza in più non mi va di perdere tre ore al giorno sui mezzi pubblici per raggiungere un ufficio dove starei comunque seduto ad una scrivania.

Secondo me Milano è stressante e caotica. Io me ne vado al lavoro a piedi o in bicicletta, non ho mica voglia di prendere pullman, tram o metropolitana per andar lontano a far qualcosa che posso fare anche qui. Per di più vedo già il senso del lavoro come una grossa perdita di tempo, figuriamoci se ne devo spendere altro per dover andarci.

Amici miei cari, ho sempre desiderato lavorare con voi, che ne dite però di lasciare il mondo dell’informatica ed aprire quella famosa brasserie con birrificio annesso che abbiamo sempre desiderato? Ora facciamoci le ossa, creiamoci dei risparmi e cerchiamo di capire bene che cosa vogliamo fare nella vita… Perchè dobbiamo sbatterci per far arricchire gli altri, quando potremmo invece unire le nostre forze per produrre dell’ottima birra e servirla con del cibo di prima qualità?

Pensateci amici mie… Pensateci…