Auto-riflessioni con Beppe.


Questo ragazzo ultimamente non ha più peli sulla lingua e ogni volta deve dire la sua, dopo diversi chilometri di auto, eran più le prostitute che i cartelli stradali ad averci fatto da sfondo. Si è mica dovuto fermare da una per dirgli:

<<Ma con quella faccia lì… Pretendi pure che ti tiri su qualcuno?!?!>>

I nostri discorsi però non riguardano solo la figa, anche semplici azioni che possono sembrar banali, messe sotto la nostra osservazione, possono nascondere lati estremamente oscuri. Un esempio assoluto è lo starnuto. Starnutire è pericolosissimo, non per niente le palpebre si chiudono in automatico, altrimenti gli occhi possono uscire dalle orbite per la forza di spinta scaturita… Se si è in macchina poi? Che succede? Per un secondo non si vede la strada, per di più potremmo sbandare arrecando danni a terzi e poi a noi stessi, ma peggio ancora, se capita in un momento importante, che può essere una riunione o una festa qualsiasi, che siamo in quei momenti lì che magari hai preso freddo e ti fa male il pancino, e poi ti vien da starnutire… Beh lì non so proprio cosa potrebbe accadere…

Annunci

2 thoughts on “Auto-riflessioni con Beppe.

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...