The Jack’s Parade


Yann Tiersen – Le Jour d’Avant – From YouTube

Premere play prima di proseguire.

Una giornata apparentemente normale, la luce giusta, gli uccellini che cantano e non rompono le scatole e il fresco dell’erba tra le dita dei piedi di Jack risvegliano in lui un senso di vita che da diverso tempo aveva messo da parte, aveva lievemente fatto assopire per seguire i suoi tanto amati progetti. Se ne sta li ad innaffiare le rose, facendo uscire in maniera forzata l’acqua con il dito a coprire l’uscita della canna, forse per fare prima, oppure per far sua quella sensazione che si prova nel controllare un elemento naturale. Alimentare la bellezza e la durata delle rose prendendosene cura, dandole acqua tutti i giorni per poter essere ammirate. Paragonare poi la vita della pianta a quella del suo giardiniere, una vita trascorsa a farsi ammirare, ad essere bello per far piacere più agli altri che a sé stesso, schiavo di qualcosa per poter sopravvivere.

Una musica si fa sentire in lontananza e pian piano si avvicina, il dito sulla canna dell’acqua va ad allentarsi, a far scorrere l’acqua rigogliosa e lenta, a vederne la forma di ogni goccia, il colore dell’erba improvvisamente cambia, diventa più vivo. La musica si fa sempre più forte, la canna dell’acqua scivola dalle mani e si fa strada in un giardino diverso. Compare sulla via una sfilata di maschere, giocolieri, artisti e sorrisi. Tutti ubriachi di vino e di gioia, con il sole che li accompagna ma non li soffoca. Carri di persone troppo impegnate a divertirsi e a far divertire, coriandoli e stelle filanti per lasciare il segno. Bambini che rincorrono altri bambini, anziani che ricordano i tempi andati che non rimpiangono, uomini e donne che si amano, uomini e donne in cerca d’amore. Girando per le vie della città ad urlare al mondo intero qual è il vero senso della vita.

La musica non è ancora finita, non c’è più nessuno ormai intorno a Jack, ma può ancora sentirla, decide quindi di farla sua e di impararla a memoria nella sua testa per associarne i ricordi migliori…

…quelli che devono ancora venire perchè in lui nulla è finito!

Annunci

4 thoughts on “The Jack’s Parade

  1. Oggi è stata una bella giornata in termini lavorativi.. brutta sotto l’aspetto affettivo.. è piu di 20 ore che ormai nn sento il Vico.. oggi nn era in msn come al solito.. amico dove sei? che starai facendo?

    ciao da un albert molto preoccupato..
    alcune cose nn accadono per vanvera..

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...