Jack Sixteen


stars-4

Jack a 16 anni s’innamorò di Sylvie, una ragazza della sua stessa età, della sua stessa scuola, dell sua stessa classe. Jack la vedeva tutti i giorni, e parlandoci, ed osservandola dal suo banco, ogni giorno, provava per lei sentimenti sempre più forti, sempre più veri, tangibili dalla pelle d’oca che gli veniva non appena la sfiorava, oppure, quando si incrociavano gli sguardi. Jack per farsi notare faceva sempre il buffone, usava sempre battute pungenti e divertenti, amava farla ridere; ogni mattina, quando si svegliava, era il ragazzo più felice del mondo e forse uno dei pochi che desiderava fortemente andare a scuola, per vederla.

Jack, con i suoi amici, incominciò a frequentare la compagnia di Sylvie, si incontravano quindi anche il Sabato sera, in centro, a bere birre su birre, a fare casino, ad ubriacarsi insieme. Gli amici di Jack sapevano di questa sua infatuazione, e spesso, in un modo o nell’altro facevano si che i due rimanessero soli, che si parlassero, che si conoscessero meglio, ed in effetti, un feeling tra i due stava nascendo. Una di queste serate, nel delirio generale, qualcuno aveva bevuto qualche bicchiere in più, dicendo a Sylvie che Jack era innamorato di lei, che ultimamente viveva solo per lei… La povera Sylvie, probabilmente anche lei cullata dall’allegria alcoolica non ci credette, nemmeno neanche quando Jack, di fronte a questa inaspettata rivelazione, confessò tutto e si dichiarò, dicendole che la pensava tutti i giorni, che non vedeva l’ora di vederla e che da mesi ormai, l’aria che respirava aveva il suo sapore. Sylvie però non era del suo stesso parere, lei era felicissima per questa amicizia e con lui si divertiva da morire, ma non voleva una storia d’amore, soprattutto con un compagno di classe, per lei il vedersi sempre, le voci della gente, avrebbe potuto rovinare tutto e lei non voleva che questa bella amicizia sprofondasse.

Deluso e amareggiato, Jack continuò comunque a mantenere il rapporto di amicizia con Sylvie, anche se sotto sotto coltivava ancor quel sentimento che si avvicinava così tanto all’amore. Rivolgeva i propri sentimenti a lei senza mai dirglieli, ma scrivendoli su pezzi di carta che poi stracciava o bruciava. Una mattina di scuola, Sylve venne chiamata alla cattedra per un’interrogazione a sorpresa, Jack, incantato nel guardarla le scrisse addirittura una canzone, una canzone di sole parole e ritornello, ma senza melodia, una canzone mai cantata e mai letta da nessuno al di fuori di lui…

Un anno dopo Jack andò giu di testa quando scopri che Sylvie si era messa insieme ad un altro compagnio di classe. Jack incominciò a non mangiare più, al posto di pranzare beveva e si fumava diversi cannoni, la sua voglia di andare a scuola non c’era più, si svegliava per fumare, e qualsiasi altra cosa faceva la faceva per fumare canne su canne, lotti su lotti, e a volte, in preda alla disperazione, si faceva anche qualche tiro di coca. Tutto questo, fino a quando non la vide veramente felice.

A Sylvie

Vederti appoggiata a quel muro
mi sembra di guardare
le stelle nel cielo.
Quanto vorrei avvicinarmi…
Per afferrarne una,
per sfiorarti ed accarezzarti,
per darti un unico bacio.

Non crederei mai che ciò possa accadere
la speranza è l’ultima a morire!
Ma non mi perderò nei sogni
nei quali non vorrei più svegliarmi.

Gli sguardi sono tristi ma…
…pieni di gioia perchè si sono incontrati.
Le tue parole sono tristi ma…
…risvegliano in me ciò che ho di buono.
La tua bellezza mi spaventa
e il tuo sorriso mi rassicura,
lasciamo stare questa vita
e corriamo a vedere il tramonto,
prima che sia troppo tardi…
Prima che la luna prenda il sopravvento,
prendi la mia mano e portami via…

Non crederei mai che ciò possa accadere
la speranza è l’ultima a morire!
Ma non mi perderò nei sogni
nei quali non vorrei più svegliarmi.

Sei una stella che mi illumina
sei una stella che mi da calore
sei la stella, la piu bella
che mai coglierò!

Jack scoprì poi che di stelle nel cielo ce ne sono in abbondanza!

Puntata successiva

Annunci

5 thoughts on “Jack Sixteen

  1. Jack dedicò questa canzone a Sylvie, per ogni donna che ha amato ha sempre scritto qualcosa. E’ così che ha iniziato a scrivere e a diventare uno scrittore di successo. Ma questi sono particolari che verranno a galla più avanti.

    E’ un po’ come LOST, dove passato presente e futuro si mescolano, si alternano, per farci capire che tipo è Jack, non appena proverà un forte sentimento, scriverà di nuovo qualcosa di grande…

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...