Man vs Woman #2


LEI Sono disperata. Sono certa, certissima che Claudio abbia un’altra. Lo sapevo che, prima o poi, sarebbe successo. È – ingiustamente, diciamolo – circondato da belle donne. Ogni tanto mi domando perché la natura sia così smodatamente prodiga: basterebbe fare un po’ di selezione naturale. Una rupe Tarpea al contrario non guasterebbe, secondo me. Giusto per riequilibrare. Oppure si potrebbe disperdere queste giovanotte sulla crosta terrestre con un po’ più di criterio. No. Tante e concentrate tutte qui, Attorno a me. O meglio, attorno a mio marito. Ieri sera, grazie a un’organizzazione ferrea – baby-sitter prenotata da mesi, bambini allertati, cena pronta -, siamo usciti a cena. Noi due da soli. Non lo facciamo mai. Avevo scelto un ristorantino intimo, dove chiacchierare tranquilli senza l’assillo di camerieri eccessivamente solleciti e con la certezza di non incontrare qualcuno che conosciamo. Siamo arrivati, e in effetti c’erano pochissimi clienti, quasi tutte donne. Bene, ho pensato, proprio quello che ci vuole per un bel tête-à- tête. Davvero tutto perfetto, a parte il fatto che Claudio era assente. Stava lì, seduto di fronte a me, ma era come se non ci fosse. Lui, tradizionalmente logorroico da sfinimento, si limitava a rispondere con frasi smozzicate. Faceva quasi fatica a parlare, a concentrarsi su quello che dicevo. “C’è qualcosa che ti preoccupa?” ho chiesto. Ha detto di no. Poco convinto e per niente convincente, ha negato anche quando gliel’ho chiesto la seconda volta. In macchina, tornando a casa, ho tentato la via del grattino sulla nuca, che di solito funziona. Scioglie e predispone. Niente. Gentile ed educato, ha scrollato la testa come se ci fosse una mosca che gli dava fastidio. “Ti amo,” gli ho sussurrato. “Anch’io,” ha risposto. Ma così senza trasporto. Se gli avessi detto che mi ero dimenticata di portare le giacche in tintoria avrei ottenuto lo stesso effetto. Arrivati a casa, mente spesavo la baby-sitter si è piazzato davanti alla televisione e ha iniziato a guardarla assorto, come se volesse mettere un muro tra me e lui, impedendoci di parlare. Sono andata a letto. Affranta e preoccupata. Dopo dieci minuti mi ha raggiunta e, del tutto inaspettatamente, abbiamo fatto l’amore. Ma lui non c’era. Non era lì con me. Era distaccato e lontano. Sono certa che stava pensando ad altro. A un’altra. Ho provato a parlargli di noi, del nostro rapporto. Lui non ha risposto. Si era addormentato. Ho passato la notte a rigirarmi nel letto, distrutta.

LUI Ieri giornata tremenda: mercoledì di Coppa ma Sandra, per farmi una sorpresa, aveva prenotato baby-sitter e ristorante minimalista (nel senso di piccolo locale con piccole porzioni, ma grande conto). Tornato a casa, scopro pure che il Milan ha perso. Meno male che almeno ho ciulato.

Da Internet
(Precisamente qui)

<-Storia precedenteStoria successiva->

Annunci

16 thoughts on “Man vs Woman #2

  1. Albert ha commentato ma non ha letto …

    Invece del mercoledì di coppa, puoi scrivere del Derby di ieri sera.

    Cmq tutta la storia un fondo di verità ce l’ha.

    Molto spesso le menate che ci tiriamo (vale anche per noi uomini) esistono solo nella nostra testa …

  2. x albert, leggi qui sotto il riassunto:

    tipa invita tipo a cena
    tipa si tira menate x tipo poco presente
    tipo stava pensando al calcio

  3. è vailo? cosa vailo? come vailo? stavo vedendo anch’io la partita!!

    Grazie Vailo! Apprezzo spero sia solo l’inizio!
    Meglio cosi. Di al vuc’s che è un intile spreco di pixel.Con la crisi che c’è stata l’elettricita costa e tener sempre accesso meno pixel del monitor potrebbe essere una soluzione!:-)

  4. post emblematico…a dimostraizone di quanto le donne abbiano la mente sofisticata, mentre noi altri siamo x il 99% materiali e insensibili..a proposito domenica sera c era il DERBY???

  5. …finalmente svelato l’arcano… Ho trovato nelle statistiche del mio blog un sacco di link in ingresso dal tuo blog. Ora scopro il perchè.

    Per dovere di cronaca però il brano non è mio, ma è di Claudio Bisio e sua moglie Sandra Bonzi ed è tratto dal libro ‘Doppio misto’

  6. L’unica cosa che si può fare è cercare di farle star bene… Poi se si costruiscono i castelli … Cazzi loro… Comunque è ovvio che ci vuole comunicazione e dialogo… altrimenti che razza di coppia è?

  7. Avevo letto una storiella del genere su Yahoo! Answers… c’era sta coppietta che parlava e mentre lei si faceva delle pare assurde sull’andamento della loro relazione lui in realtà stava pensando a tutt’altro…
    E’ proprio vero che uomini e donne sono di due pianeti diversi…

  8. Pingback: Man vs Woman #1 « VicozzaRecords

  9. Pingback: Man vs Woman #3 « VicozzaRecords

Se hai qualcosa da dire al riguardo, questo è il momento giusto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...